Inizia il 2015 ed io mi presento: come e perché scrivo su Tevac

BUON ANNO A TEVAC E A TUTTI VOI

Con piacere faccio a tutti i miei migliori auguri per un 2015 ricco di soddisfazioni e grandi gioie

happy-new-year-images-2015Le soddisfazioni e le gioie si costruiscono con tante piccole azioni che ogni giorno dobbiamo compiere perché i risultati arrivano solo con la passione ed il lavoro costante e di qualità.


QUALCHE INFO SU DI ME

Sono approdato sui lidi digitali di Tevac come tanti altri googlando di problemi del Mac e oggi mi ritrovo autore di un blog del network grazie al solletico che @tevac e @koolinus mi hanno fatto su twitter.

Il tweet incriminato: sarà un bene o un male? :)

Il tweet incriminato: sarà un bene o un male? 🙂

 

 

 

 

 

Si,avevo in mente qualcosa!
Da tempo avevo in mente di aprire un blog personale dove scrivere di quello che da tre anni mi sta appassionando e tracciando il mio percorso professionale: startups business consultant che suona tanto bene in inglese ma che io amo interpretare come professionista che affianca una nuova azienda con passione e dedizione.

Sgombro il campo da facili incomprensioni: il mio è un percorso ongoing nel senso che da quando sono arrivato in Svizzera nel 2012 ho riscoperto la passione per l’imprenditorialità e l’autorealizzazione ed ho intrapreso un percorso di studi specialistisci che terminerà nel 2017 e solo allora potrò dire di avere tutti i crismi ufficiali del caso; proprio questo però mi sprona ad affiancare lo studio con l’esperienza personale che ogni giorno affronto nella fiduciaria dove lavoro con altri colleghi con esperienze diverse e complementari. Ongoing perché ogni nuova esperienza porta arricchimento che voglio condividere con voi, crescendo insieme in questa community che sperò riuscirò a stimolare per creare un punto di riferimento per tutti coloro che desiderano informazioni sullo startup in genere.

IL BLOG OPENBIZ AFFAIRS

Il main focus di questo blog sarà incetrato su consulenza aziendale e startup e descriverà aspetti più o meno tecnici come l’organizzazione di base, gli step necessari a tramutare un’idea in una società e così via; avrò inoltre un occhio di riguardo a quelli che sono gli strumenti informatici a disposizione di ciascuna PMI o startup, prediligendo quelli che operano con tre parametri che reputo fondamentali in un epoca di contenimento dei costi:

  1. free/freemium o con canoni annuali accessibili
  2. cloud-based
  3. facilmente implementabili in workflow

Con questi parametri in mente e basandomi sul dogma che “l’unica cosa certa per una startup o azieda sono i costi” spero di riuscire a dare il mio contributo affinché tante idee passino dallo stato etereo a quello fattivo.

No matter how passionate you are about your business or how much value it provides to others, it needs to make money otherwise is just a hobby.

This means that you need to consider thinks like your funding, your costs and, of course, your income.

Il blog è ad oggi ad un livello base anche dal punto di vista grafico ma con il tempo riuscirò a dare un’impostazione gradevole e tagliata su misura per evidenziare gli argomenti importanti e tenerli sempre a portata di click.

ALTRO IN ORDINE SPARSO

  • Non mancheranno post più personali o tecnici oppure post che hanno poca attinenza con il main focus ma questo è un blog personale e come tale darà libero sfogo al mio pensiero;
  • Non mancheranno recensioni di software e app utili a conseguire e perseguire una sempre migliore collaborazione nel team;
  • Non mancheranno anche articoli da altri blog, almeno per parti che reputo interessanti e che quindi completerò con il mio personale punto di vista;
  • Cercherò di avere un ritmo abbastanza regolare per la pubblicazione degli articoli; questo proposito si sontrerà inevitabilmente con impegni personali, familiari e di lavoro ma comunque spero di scrivere in media 3/4 articoli al mese nei quali però troverete poca superficialità e tanta passione.

Ogni feedback o commento è estremamente gradito perché la cosa più stimolante di una community è il confronto costante e continuo.

Grazie e ai prossimi post

6 Commenti

  1. Buongiorno Enrico e benvenuto su Tevac e in Svizzera.

    Spero non me ne vorrai per la mia schiettezza, la mia vuole solo essere una critica costruttiva in merito alla frase :

    “prediligendo quelli che operano con tre parametri che reputo fondamentali in un epoca di contenimento dei costi:

    free/freemium o con canoni annuali accessibili
    cloud-based
    facilmente implementabili in workflow”

    Per quel che concerne l’informatica a mio avviso parti su basi e strategie inadeguate.

    Se ti interessa sarò lieto di scambiare con te le mie esperienze, ho nel merito più di 30 anni di esperienza di cui 25 come libero professionista.

    Ciao.

    • Ciao Thierry,

      innanzitutto grazie del commento; nessun problema per la schiettezza, come ho specificato nel Disclaimer i commenti devono solo rispettare il normale buon comportamento;

      Riquardo alla tua legittima osservazione, avendo anche il un bel po’ di esperienza come informatico so bene a cosa ti riferisci: raramente free/gratis fa rima con produttività o efficienza.

      Sono d’accordo in linea generale ma lo sforzo che sto cercando di fare è proprio quello di limitare l’uso delle soluzioni più “costose” almeno all’inizio dell’attività imprenditoriale. Avrai avuto a che fare anche tu con startup o aziende all’inizio della loro vita e l’opposizione più frequente all’implementazione di nuove soluzioni è sempre il costo.

      Sarò comunque bel lieto di leggerti nei commenti e soprattutto di scambiare due chiacchere su canali più tradizionali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: